Old (2021)

Anno di uscita
2021
Titolo originale
Old
Regia
M. Night Shyamalan
Genere
thriller, mistero, naturalistico
Cast
Gael García Bernal, Vicky Krieps, Alex Wolff, Thomasin McKenzie
Durata
108'
Paese
USA
Voto
6.9

Una spiaggia su cui il tempo trascorre velocissimo.
Qui sta il contenuto del trailer, la premessa del film e, in buona misura, il motivo di interesse intorno a Old, nuovo film di M. Night Shyamalan.

Per avvicinarmi al film, ho riguardato la sua filmografia, apprezzandone tutti i punti di forza e notandone i punti deboli. Entrambi sono ben presenti nell’ora e quarantotto minuti di Old.

C’è il senso di meraviglia e avventura che scaturisce dalle fasi iniziali, quelle della leggerezza della vacanza, della presentazione dei personaggi, dell’arrivo sulla spiaggia, tra panoramiche mozzafiato, onde, vento e rocce dai colori impossibili.

C’è la farraginosità di uno sviluppo che si ripiega su sé stesso, nell’incessante tentativo di raccontare le varie sfaccettature del tempo che scorre.

C’è un finale in salsa thriller tecnologico, che mi ha ricordato certi romanzi di Michael Crichton.

C’è una riflessione sul crescere (“Fino a ieri dentro di me avevo pochi colori, ma intensi. Oggi sento di averne molti di più, ma più tenui”) e sull’invecchiare.

Nonostante uno sviluppo non all’altezza della premessa (in questo mi ha ricordato da vicino E venne il giorno), un Gael García Bernal mal sfruttato, qualche momento in cui occorrere sospendere in maniera intensissima l’incredulità, rimane un film che ha dalla sua la capacità di immergere lo spettatore in un mondo, in un incanto che si trasforma in incubo, e lo fa con una location dominicana perfetta e una regia avventurosa nelle scelte e nei movimenti.

Old (2021)
Voto del redattore
6.9
Voto dei lettori0
0
6.9