Severance – Tagli al personale (2006)

Anno di uscita
2006
Titolo originale
Severance
Regia
Christopher Smith
Genere
grottesco, slasher, commedia
Cast
Danny Dyer, Laura Harris, TimMcInnerny, Toby Stephens
Durata
96'
Paese
Regno Unito, Germania
Voto
6.5

Per iniziare a parlare di questo film, e per rendere l’idea del suo genere, è sufficiente dire che in Spagna è stato distribuito nelle sale cinematografiche assieme al demenziale (ma valido) Black Sheep – Pecore Assassine, in un contenitore che idealmente voleva essere una sorta di progetto grindhouse.

La trama del film è semplice: un gruppo di dipendenti della Palisade Defense, una grossa azienda produttrice di armi, vengono inviati per una settimana vacanza premio in un paesino dell’Ungheria. Tuttavia iniziano degli inconvenienti, a partire dalla strada bloccata e dallo strano comportamento dell’autista autoctono che non intende deviare il percorso e che li abbandona in pieno bosco. I nostri eroi, un gruppetto caratterizzato da personaggi sopra le righe e rigidamente categorizzati, si incamminano fin quando non trovano un lodge abbandonato, decisamente lontano dal lodge lussuoso che doveva ospitarli e di cui si parlava nel depliant della Palisade. Da qui in poi si procede tra incidenti, imprevisti, individui che sembrano dare la caccia ai nostri, incubi e visioni, sequenze a metà tra il comico/grottesco e lo splatter, il tutto condito con una vena di humour che non solo non guasta, ma che rende scorrevole e gradevole la visione del film.

Indubbiamente l’aspetto che risalta maggiormente del film è la caratterizzazione dei personaggi, che diventano protagonisti di alcune scenette esilaranti, tra le quali spicca l’impacciato monologo del capo all’avvenente biondina di turno, la scena in cui il fattone infila la gamba di un collega, mozzata da una trappola per orsi, nel congelatore, per poi dimenticarla lì, oppure la decisione di dare al povero malcapitato una pasticca di ecstasy per non fargli avvertire dolore.

Tuttavia, non è da sottovalutare anche il taglio più “serio” del film, che è una sorta di slasher movie in cui effettivamente i nostri saranno costretti a difendersi dai tentativi di ucciderli da parte di un gruppo di miliziani locali, desiderosi di vendicare un episodio avvenuto anni prima proprio nella cittadina di Szeveranz, chiara distorsione del titolo del film (che, per inciso, ha un doppio significato in inglese: taglio/amputazione oppure licenziamento). Molto ben riuscita e stilosa la sequenza in cui alcuni dei membri del gruppo avanzano le proprie ipotesi circa l’utilizzo passato del lodge in cui si trovano.

In definitiva, a dispetto di una trama certamente non esaltante, Severance – Tagli Al Personale ha l’indubbio pregio di essere una visione scorrevole, godibile e divertente. Certo, di horror inteso come tensione o situazioni inquietanti c’è poco o nulla, ma il film nel suo insieme funziona, ragion per cui raggiunge il suo obiettivo. Consigliato a chi cerca un film leggero e con qualche sequenza violenta, ideale per una serata in compagnia.

Severance – Tagli al personale (2006)
Voto del redattore
6.5
Voto dei lettori0
0
6.5
Altri articoli
Dead snow (2009)